IMPLANTOLOGIA

Cos’è un impianto?

L’impianto è in sostanza una vite di titanio (o nel nostro caso, una nuova lega più resistente come la struttura Roxolid di Straumann), di varia forma, diametro e lunghezza, che viene inserita nell’osso mediante un piccolo intervento chirurgico. 

Sostituisce un dente mancante, o viene usato come pilastro per agganciare o avvitare protesi più complesse che rimpiazzino in parte o per intero i denti in un arcata. I più diffusi sono impianti di forma cilindra o conica che possono avere lunghezze variabili tra i 7 ed i 15 mm, con un diametro tra i 3,3 ed i 5 mm. 

Ti hanno detto che non hai abbastanza osso per mettere impianti?

Le moderne tecniche chirurgiche ci permettono di restituire una dentatura fissa ed esteticamente eccellente a quasi tutti i pazienti, inclusi quelli con gravi atrofie ossee.

Nuove tecniche rigenerative con griglie in titanio personalizzate 3d, permettono di effettuare grandi ricostruzioni ossee, con una chirurgia molto meno invasiva rispetto al passato, mentre con le classiche tecniche rigenerative, si possono effettuare rigenerazioni più piccole o correzioni degli spessori ossei.

Prima di definire un piano di trattamento implantare, il dentista deve effettuare una accurata valutazione sullo stato di salute generale del paziente; La moderna implantologia permette di effettuare interventi anche a pazienti affetti da gravi patologie sistemiche, come i diabetici o cardiopatici, quando queste condizioni siano verificate come perfettamente sotto controllo.

E’ necessario poi effettuare esami radiologici specifici quali radiografie endorali, la classica panoramica, o la tomografia computerizzata, per valutare il volume dell’osso tridimensionalmente.

Nel nostro studio seguiamo il principio di ALARA (as low as reasonable achievable- radiografia utile a minor dosaggio possibile),  cerchiamo di scegliere la tecnica radiografica giusta nel singolo caso, esponendoti al minor dosaggio di raggi necessario.

Percentuali di successo

La letteratura internazionale riconosce unanimemente, per il singolo impianto, una percentuale di successo a 5 anni che si aggira intorno al 97%. 

E’ da sottolineare però che il fallimento implantare non è paragonabile ad un rigetto di un organo, come spesso ci viene detto dai pazienti: nella maggioranza dei casi è sufficiente svitare l’impianto in modo indolore, attendere qualche mese per la guarigione del sito ed inserire un nuovo impianto. Possiamo quindi affermare che la percentuale del successo protesico nelle riabilitazioni implantari è prossima al 100% dei casi, questi poi andranno mantenuti in maniera molto accurata nel tempo. In sintesi i denti fissi possono essere oggi ristabiliti ad ogni paziente.

Il Carico immediato

Ad oggi, le nuove tecnologie permettono di effettuare in una sola seduta l’estrazione di denti non recuperabili e l’inserimento degli impianti sui quali avvitare i denti fissi il giorno dell’intervento o al massimo il giorno successivo. Con la moderna tecnica dell’ All-on-4, possiamo riabilitare un’intera arcata, in modo fisso ed immediato inserendo solamente quattro impianti, ottenendo nello stesso tempo la riduzione dei costi e dei disagi post-operatori, restituendo una dentatura fissa di alto livello estetico alla quasi totalità dei pazienti.

Il carico immediato viene utilizzato anche nei settori anteriori per dare al paziente la possibilità di tornare a sorridere e parlare con serenità durante il periodo di guarigione.

Nell’implantologia moderna comunque è sempre possibile attendere i tempi di guarigione con dei denti provvisori.

Impianti dentali e parodontite

Nell’odontoiatria generalistica, spesso vengono proposti piani di cura dove per curare la malattia parodontale si estraggono tutti i denti e vengono sostituiti da 4 o più impianti. 

Inizialmente è tutto molto bello è vero, nelle mani giuste il sorriso migliora e tutto va per il meglio, quello che non ti hanno spiegato però, è che una volta inseriti gli impianti al posto dei denti, questi saranno aggrediti dagli stessi batteri che hanno causato la malattia parodontale, che porteranno nel giro di poco tempo, ad avere problemi o a perdere gli impianti.

Non è una cosa che dipende da te, non si tratta di rigetto degli impianti, ma semplicemente di usare un approccio specialistico e personalizzato nel trattare questa categoria di pazienti.

Con le linee guida che ci vengono fornite dal Sidp (società italiana di parodontologia ed implantologia), sappiamo che prima di tutto va trattata la malattia parodontale, cercando dove possibile di mantenere denti con prognosi positiva nel tempo, e successivamente quando i livelli batterici saranno sotto controllo, effettuare la chirurgia implantare, in sicurezza, utilizzando la corretta tipologia di impianti per il paziente parodontale.

Mangiare meglio a qualunque età

Molti studi e società scientifiche stanno focalizzando la loro attenzione sul garantire una corretta alimentazione alle persone in età avanzata.

Il non riuscire a masticare a causa di perdità dei denti o di protesi inadeguate, porta dei peggioramenti alla salute sistemica, dovuti ad una sorta di “malnutrizione” spesso sottovalutata.

Per questo negli ultimi anni la nostra odontoiatria vuole garantire a persone di ogni età, la possibilità di migliorare la propria alimentazione, ripristinando denti mancanti o  stabilizzando vecchie dentiere che vanno da tutte le parti, facendole agganciare su degli impianti.

Dopotutto non è mai troppo tardi per prendersi cura della propria salute e mangiare bene.

I costi del trattamento

Queste nuove metodiche, che consentono di inserire un numero di impianti inferiore rispetto al passato e di ridurre il numero di sedute necessarie per concludere la riabilitazione protesica, permettono oggi al paziente di effettuare le riabilitazioni implantari più complesse, sostenendo dei costi più contenuti.

L’implantologia rimane comunque una branca dell’odontoiatria che si avvale di tecnologie molto elaborate, garantita da standard qualitativi e certificazioni molto rigorosi, per cui è opportuno dubitare dei preventivi troppo bassi.

Per poter pianificare un corretto piano di cura, ed i relativi costi, è indispensabile una valutazione specialistica.

Contattaci per richiedere un appuntamento ed un preventivo presso Dental Clinic Trimarchi.

Per ulteriori informazioni contattaci: